Ristorante
Richiedi
Prenota
Richiedi disponibilità Ristorante

Richiedi disponibilità Ristorante

Nome e Cognome*
Telefono
Data*
Martedì
29
09
Settembre
Set
2020
Orario*
Numero persone*
Messaggio

Richiedi disponibilità Hotel

Richiedi disponibilità Hotel

Nome e Cognome*
Telefono
Arrivo*
Martedì
29
09
Settembre
Set
2020
Partenza*
Mercoledì
30
09
Settembre
Set
2020
Messaggio

Verifica la disponibilità

Un patrimonio artistico sensazionale

Non tutti sanno che Nuoro, il centro più popolato della Barbagia, veniva definita “l’Atene della Sardegna”, per i molti intellettuali che la animavano con poesie, scritti, musica e produzioni artistiche alla fine del XIX secolo. Dal premio Nobel Grazia Deledda al poeta Sebastiano Satta, ad artisti come Francesco Ciusa – che aveva trionfato alla Biennale di Venezia del 1906 con la sua scultura La madre dell’ucciso, Maria Lai e Giuseppe Biasi, le sorprese sembrano non finire mai.

Per quale motivo il popolo sardo era  - ed è tuttora – così creativo, pieno di immaginazione e grande stile, così abile nel trasmettere emozioni e così legato alla propria terra? Si tratta di un popolo fiero dell’isola che adora le tradizioni e fa di tutto per preservarle: come non restarne affascinati?

 

Sito realizzato con finanziamenti dell'Unione Europea e con il supporto della Regione Autonoma della Sardegna.
SUGOLOGONE.iT